Raoul Bova finalmente risponde

Raoul Bova è sempre stato molto riservato per quanto riguarda la sua vita privata, soprattutto dopo il divorzio dalla moglie Chiara Giordano. Non ha mai espresso la sua opinione, è sempre rimasta in silenzio per la sua separazione così dolorosa per entrambi ma soprattutto per i loro figli. Ma al posto suo, più di una volta, ha parlato l’ex suocera, che non gli ha riservato parole tenere. Raoul Bova finalmente parla, si scaglia contro la sua ex suocera, Annamaria Bernardini De Pace, avvocato divorzista di grande fama, collaboratrice di alcune testate, sorella di un editore, mamma di Chiara Giordano, da cui Bova si è separato nel 2013 dopo 13 anni di matrimonio e due figli. Nell’agosto 2014, quando la relazione sentimentale tra Raoul Bova e Rocio Munoz Morales era ormai nota a tutti, il quotidiano Il Giornale, di cui Annamaria Bernardini De Pace è una firma, ha pubblicato una lettera aperta e intitolata “Caro genero degenerato, vai e non tornare”.

Taormina ( Messina ), 60° Taormina Film Festival,  Raoul Bova e Rocio Munoz Morales

Le parole contenute nella lettera hanno veramente ferito Raoul Bova. E adesso Raoul ci ha ripensato, e a distanza di tempo e per la prima volta, ha voluto rispondere agli attacchi della ex suocera, sfogandosi sulle pagine di una nota rivista. Ecco cosa dice: “Sono il bersaglio di una campagna. Il traditore che merita la gogna. Finora non avevo mai reagito per non peggiorare le cose, ma alla fine ho capito che in realtà le peggioro stando zitto. Perché chi è mosso dal rancore non si ferma, più incassi e più attacca. E io devo proteggere i miei figli da questa guerra. Per questo parlo. Per dire: vi prego, basta con questa guerra che fa solo del male. La lettera aperta al ‘genero degenerato’ mi ha profondamente ferito. Ma pazienza per me. Il problema è che tutta questa situazione fa star male i miei figli, i suoi nipoti. Come deve sentirsi, un ragazzino, nel leggere che il suo papà è un traditore superficiale, che non si è fatto nessuno scrupolo a scaricare la mamma per una ventenne? Le cose non sono andate per niente così, ma lui come fa a capirlo? Se fosse stato possibile risparmiare loro quello che stanno vivendo, lo avrei fatto. Perché un divorzio è un dolore per tutti, e in particolar modo per i bambini. Ma perché aggiungere altra sofferenza? Vedo i figli di tanti separati, anche celebri, che sono sereni, escono tranquillamente con la nuova compagna del padre o il nuovo compagno della madre. Non poteva succedere anche a noi? A chi fanno bene gli articoli che mettono in cattiva luce me e la mia compagna? A nessuno”. Dopo ha voluto sottolineare un po’ di cose. Contro la sua ex suocera ha detto, ma senza inferire: “Ne vorrei parlare il meno possibile, mi sembra che abbia parlato abbastanza lei. Posso solo dire che mi sono sempre sforzato di avere un atteggiamento civile nei suoi confronti, perché è la nonna dei miei figli. Questo lei lo sa”. Il bellissimo Raoul Bova infine ha voluto difendere la sua nuova compagna Rocio: “Non è stato facile nemmeno per lei. Presentata dai soliti giornali alla stregua di un Bin Laden. Rocío, che ha rubato l’uomo a un’altra. E poi calpestare la sua privacy, farla passare per raccomandata… Non era scontato che reggesse, in fondo ha solo 27 anni, ma ha dimostrato una gran forza e il nostro rapporto oggi è persino più solido”. Questa è stata la sua intervista, dove ha voluto esprimere tutti i suoi pareri e pensieri.

BovaRaul3_450EmmeVi