Continua ancora la guerra tra Balotelli e la Fico

La guerra tra Mario Balotelli e Raffaella Fico, anche se entrambi hanno seppellito l’ascia di guerra, porta ancora oggi strascichi. Questa volta però a pagare le conseguenze del rapporto conflittuale tra i due sono i genitori del calciatore che verranno processati per diffamazione. Sono stati ritrasmessi alla Procura di Milano gli atti con cui il pm Ferdinando Esposito, aveva mandato a giudizio i genitori del calciatore, Francesco Balotelli e Silvia Nostro, con citazione diretta, con l’accusa di aver diffamato la showgirl Raffaella Fico, ex fidanzata del calciatore, attraverso una lettera inviata alla Gazzetta dello Sport, pubblicata il 27 dicembre 2012. Lo ha deciso il giudice della quarta sezione penale del Tribunale di Milano a causa della mancata notifica dell’avviso di chiusura delle indagini preliminari alla difesa.

Raffaella-Fico-e-Balotelli-quando-erano-fidanzati

La Procura di Milano dovrà riformulare nuovamente il provvedimento. La vicenda risale al 2012, quando i genitori di Balotelli pubblicarono una lettera sulla Gazzetta dello Sport per rispondere alle accuse della showgirl nei confronti del calciatore. “Cara Raffaella l’amore vale di più dei soldi e della notorietà. Non ti sembra di aver lucrato abbastanza dalla storia con Mario?”. I genitori di Balotelli avrebbero offeso ripetutamente l’onore e il personale decoro di Raffaella Fico, lasciandosi andare ad una serie di considerazione poco gentili sulla sua persona sia per la loro storia vissuta, ma soprattutto alla questione della nascita di una bambina dalla loro relazione. Ora a causa del difetto di notifica, ora si allungano i tempi del procedimento a carico dei genitori. Aspettando così una data per l’inizio del processo.