Basta modelle troppo magre

La top model senegalese Anta Fall, con un passato di anoressia alle spalle, ha spiegato perché e a favore della legge francese che vieta alle ragazze denutrite di sfilare in passerella, aggiunge anche che gli stilisti hanno la responsabilità.

086

Dall’alto del suo metro e ottanta di statura, Anta Fall modella e musa di Jean Paul Gaultier, ha voluto dire la sua sulla legge francese che tutela le ragazze denutrite impedendo agli stilisti di reclutarle per le loro sfilate. “La legge francese che regola il peso delle modelle in passerella fissandone i limiti è giustissima, sacrosanta. Una ragazza alta un metro e settantacinque deve pesare 55 chili, non 50”. Il commento viene proprio dalla bella top model che calca le passerelle internazionali della moda, e aggiunge: “Io sono fortunata perché mangio quello che voglio e poi però corro e faccio fitness, rimanendo magra. Ma l’inizio della mia carriera di modella, ho sofferto anch’io di anoressia.

376778_4102504848435_1066284896_n

Ho iniziato a lavorare a 16 anni e vedevo le altre modelle magrissime, volevo essere proprio come loro e ho cominciato a non mangiare e a vomitare. Stavo malissimo e la notte mi faceva male anche il letto alle ossa. Ho superato da sola questo periodo perché a 19 anni mi sono guardata allo specchio e ho visto che non ero più io. Ero solo in Italia, malata, allora ho detto basta e ho ricominciato a mangiare piano piano come un bebè”. Conclude dicendo: “E’ ovvio che gli stilisti hanno la loro responsabilità e dovrebbero scegliere solo modelle magra ma sane”. E sempre a riguardo della normativa della Francia che è arrivata a prendere multe salate per le aziende di moda che infrangeranno i rigidi parametri estetici.