Rivelazioni shock sulla morte di Robin Williams

venerdì 24 aprile 2015 by Stefania

Da qualche giorno sono emerse delle novità molto importanti su Robin Williams. Una programma televisivo britannico ha svelato alcuni retroscena sul suicidio dell’attore, soffriva di manie di persecuzione e aveva una paura folle di essere gravemente malato.

robin-williams

Per l’attore ore molto drammatiche prima della sua morte, rivelazioni molto shock. A riportare queste rivelazioni è stato un programma di Channel 5, ripreso dal Daily Mail che ha elencato i particolari dettagli delle precedenti ore del suicidio, avvenuto lo scorso 11 agosto. Paranoie, allucinazioni e demenza, sembra che questi sintomi psicosi Robin Williams li ha riscontrati poco prima della sua morte, tra cui anche il timore che qualcuno volesse fargli del male e soprattutto quello di essere malato. Inizialmente gli avevano diagnosticato il Parkinson, ma guardando su Internet l’attore si era convinto di avere altre patologie, questo spiega il motivo per il quale nelle ultime 24 ore di vita avrebbe cercato in tutti i modi di acquistare medicinali da Internet.

Bobcat Goldthwait, Robin Williams

 

L’autopsia ha rivelato, invece, che Robin Williams soffriva di Demenza da corpi di Lewy, una malattia neurodegenerativa della quale nessuno sapeva l’esistenza. E’ molto probabile che fosse questa la causa dei suoi disturbi, attacchi d’ansia e insonnia, sempre più frequenti oscillazioni tra momenti di lucidità e momenti in cui cadeva in stato confusionale. In base a tutte le indagini compiute, il giorno prima di togliersi la vita, Robin avrebbe infilato la sua collezione di orologi importanti dentro un calzino prima di consegnarla a un amico.

10q_0425

 

Ormai si pensa, che l’attore fosse venuto a conoscenza della patologia negli ultimi giorni di vita, e proprio per questo erano aumentate le sue paranoie. Durante il programma è emerso un altro particolare: dopo essersi tagliato le vene dei polsi, Robin Williams avrebbe ripulito il sangue dal bagno, sono dei particolari molti utili per comprendere lo stato d’animo turbato. E’ già trascorso quasi un anno e la mancanza dell’attore si sente.