Mel Gibson è di nuovo nei guai. Accusato di aggressione da una fotografa

lunedì 24 agosto 2015 by Stefania

Mel Gibson pare che si sarebbe messo nei guai. In queste ore si trova al centro delle cronache per un episodio che minaccia l’onore proprio di un divo del suo calibro. A mettere nei guai l’attore australiano è stata la testimonianza di una donna che sostiene di essere stata aggredita fuori da un cinema di Sydney. Kristi Miller, una fotografa del Daily Telegraph di Sydney, lo ha accusato di aggressione a seguito di un diverbio avvenuto tra i due fuori da un cinema della città australiana dove l’attore stava per entrare insieme alla fidanzata 24enne Rosalind Ross. La Miller ha cercato di fotografarlo, questo è il gesto che avrebbe indotto l’attore ad insultarla e spintonarla: “Mi sputava in faccia e urlava, mi chiamava cagna, dicenfo che non ero nemmeno un essere umano e di andare all’inferno. Imprecava senza neanche prendere fiato”. Ha dichiarato così la donna che ha aggiunto che la furia del bravissimo attore si sarebbe fermata solo grazie all’intervento della fidanzata. Ha aggiunto anche che l’attore immediatamente si è scusato con lei, ma comunque la fotografa ha segnalato l’episodio alla polizia locale. Mentre l’attore Mel Gibson tramite il suo portavoce ha smentito così l’aggressione: “Ciò che è successo è che il signor Gibson e la sua amica sono stati molestati da questa fotografa e lui le ha chiesto più volte di smettere, cosa che lei non ha fatto”. Anche se tutti sanno che Mel Gibson è riconosciuto come divo notoriamente irascibile, per i suoi vecchi episodi: due anni fa fu accusato di aver insultato pesantemente un poliziotto durante un normale controllo e anche nel 2006 la sua rabbia divenne famosa quando visibilmente ubriaco rivolse frasi razziste ad un membro delle forze dell’ordine.