Cranio Randagio, il giovane rapper è morto a Roma

lunedì 14 novembre 2016 by Marina

Oggi purtroppo devo dare una triste notizia è morto il rapper Cranio Randagio a Roma, ironica della vita il ragazzo prima di un trasferimento a Milano, per lavoro, ha scritto un brano: Mamma Roma, addio.

La vita Vittorio Andrei è terminata ieri. Il rapper, famoso con il suo nome d’arte di Cranio Randagio, è stato ritrovato morto in via Anneo Lucano, alla Balduina.

La sua morte, da come informano le prime fonti degli inquirenti, sarebbe avvenuta in conseguenza ad un festino a base di alcol e droga. Ma queste sono le prime ipotesi..è tutto da chiarire.

«Era una persona deliziosa con tutti, aperta e senza pregiudizi – riferisce un amico, Alessandro – Sempre disponibile, curioso verso gli altri».

Lui non ostante stava percorrendo una carriera positiva nel mondo della musica, con le visioni in tv, non avevano modificato la sua unione con gli amici di sempre, dalla profondo legame con la comitiva sull’Aurelia.

Cranio Randagio con i baffi affilati, capelli biondi ma pettinatura afro, rasta ha iniziato la sua carriera da cantante, giungendo sul piccolo schermo un anno fa, quando aveva preso parte all’edizione italiana di X Factor. Nel talent show si era esibito come «uno pseudo-rapper paranoico».

Il suo primo lavoro, Love and feelings, è nato grazie all’ispirazione dei ai suoi cantautori preferiti: da Gaber a De André, andando poi per Rino Gaetano e De Gregori. Di Roma la definita, una città «caciarona» ma che «sa ancora sorride».

«La vita – affermava – è un viaggio in continuo mutamento, con ostacoli immensi e tappe meravigliose».

Su uno degli ultimi post su Facebook ha informato i fans dei suoi ultimi porgetti…progetti che non potrà mai più finire progetti:

«Sono un paio di mesi che sono fermo con i live – scriveva il 21 ottobre 2016 – Se sono fermo è perché sto lavorando tanto e perché voglio davvero che in questo disco nulla sia lasciato al caso».

Il cordoglio di Mika:

“Quando incontri qualcuno tanto giovane, non immagini che la sua vita potrebbe finire così presto”. “Ricorderemo la sua grande voglia fare musica e condividere quello che sentiva”.

Lo scrive su Twitter Mika, star ed ex giudice di XFactor, mentore di Cranio Randagio, che l’edizione del 2015 aveva preferito proprio lui. Il cantautore inglese ha poi continuato con un altro tweet:

“Il mio pensiero va alla madre e alla famiglia di Vittorio Cranio Randagio”.

Noi lo vogliamo ricordare a tutti voi con questo video.